Stampa questa pagina

Lista di attesa per le Tecniche di Riproduzione Assistita

Come si entra in lista di attesa per le Tecniche di Riproduzione Assistita?

Le visite presso il centro non implicano necessariamente l'impegno da parte della Struttura a praticare tecniche di procreazione assistita né la messa in lista, perché questo avverrà solo se i medici riterranno utile ed appropriato il ricorso alle tecniche suddette come prescrivono la legge e la buona pratica medica.

Una volta data l’indicazione è necessario un certificato di accesso che può essere compilato solo presso il centro pubblico (i medici del centro non lo possono compilare privatamente).

Le tecniche di I livello (inseminazione) non hanno lista di attesa e possono iniziare nel momento in cui i medici del centro ritengano che ci sia indicazione a praticarle.

Per le più complesse tecniche di II livello (Fecondazione artificiale) c’è una lista di attesa.

I casi candidati alle tecniche di riproduzione assistita vengono discussi in una riunione di equipe, sia che provengano dalla attività ambulatoriale, sia che vengano proposti da medici del servizio stesso che hanno visitato le persone in attività privata intramurale, questo per garantire che tempi di attesa siano gli stessi per i pazienti pubblici e privati.

Solo in caso di parere positivo dell'equipe la coppia viene inserita in lista d'attesa su un apposito registro. La data in cui la coppia viene messa in lista è riportata sulla cartella elettronica e cartacea ambulatoriale della coppia unitamente al numero del gruppo di prenotazione a cui i pazienti appartengono.

Ultima modifica giovedì 06 aprile 2017

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.