Logo asl 3 genovese
Ospedale
Evangelico Internazionale
Ente ecclesiastico civilmente riconosciuto
fondato in Genova nel 1857 da Chiese Evangeliche
Sede di Castelletto: Corso Solferino, 1A - Genova
Presidio di Voltri: Piazzale Gianasso, 4 - Genova Voltri
Chiama il Centralino Unico
Domenica, 12 Febbraio 2017 10:11

112 - Numero unico di Emergenza

112 - Numero unico di Emergenza
Attivo nella Provincia di Genova, il nuovo Numero Unico europeo - 112 - per le chiamate di emergenza: tutte le telefonate di emergenza confluiscono in un'unica centrale di risposta

Che cos’è il NUE - Numero Unico di Emergenza 112? 

Rappresenta il modello unico di servizio di emergenza in Italia, in linea con quello attivo in diversi Paesi europei. Tutte le telefonate di emergenza confluiscono in un’unica Centrale Operativa, qualsiasi numero di soccorso il chiamante abbia composto, compreso lo stesso 112 dei Carabinieri. Gli operatori della Centrale smistano le chiamate, dopo aver localizzato il chiamante e individuata l’esigenza, all’ente competente per la gestione: Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato (113), Vigili del Fuoco (115), Soccorsi sanitari (118).

Dove è attivo?

Il servizio è attivo dal 14 febbraio in provincia di Genova e in primavera verrà esteso a tutta la Liguria. È stato avviato in precedenza in Lombardia e nella città di Roma. Entro il 2017 sarà operativo in tutto il Lazio, nel Trentino Alto Adige, in Friuli Venezia Giulia, in Sicilia e in Piemonte – Valle d’Aosta per un totale di 27 milioni di cittadini italiani.

Come funziona il servizio?

Componendo qualsiasi numero di emergenza (112, 113, 115 e 118) il cittadino entra in contatto con l’operatore della Centrale Unica di Risposta che prende in carico la chiamata, se necessario attiva una teleconferenza per la traduzione multilingue e inizia la compilazione della scheda contatto. Il collegamento con il Centro Elaborazione Dati interforze del Viminale consente di raccogliere in pochissimi istanti (2 secondi) i dati identificativi del numero chiamante (per le chiamate da telefono fisso) o la sua localizzazione (per le chiamate da telefono mobile). Tutte le informazioni raccolte vengono inserite in una scheda elettronica; a quel punto la chiamata, corredata dalla scheda, viene trasferita alle Forze di Pubblica Sicurezza (112 e 113), alla Centrale Operativa dei Vigili del Fuoco (115) o al Soccorso Sanitario (118); viene cioè trasferita all’amministrazione competente per funzione e territorio. Tutto il traffico telefonico e tutti i dati relativi agli eventi vengono registrati; l’intero processo viene completato in un tempo medio di 40 secondi.

Cosa garantisce il servizio al cittadino che chiama?

Il servizio garantisce all’utenza:

  1. una risposta rapida ed efficiente alle chiamate di emergenza/soccorso
    effettuate da qualunque cittadino italiano o straniero da telefono fisso o
    mobile
  2. la funzionalità di localizzazione e identificazione del chiamante da telefono
    fisso e mobile
  3. un servizio multilingue
  4. l’accesso ai diversamente abili
  5. l’aumento della percezione della sicurezza espressa dal territorio (il cd. safety
    feeling), con le conseguenti ricadute positive in termini di comunicazione
    istituzionale.

I numeri 118, 113 e 115 restano in funzione?

I numeri 118, 113 e 115 restano in vigore e dunque il cittadino può continuare a comporli. La chiamata confluirà comunque sul servizio Emergenza 112 e risponderà un operatore della Centrale Unica di Risposta (CUR 112).

Dove si trova la Centrale Unica di Risposta?

La Centrale Unica di Risposta è situata al Padiglione B dell’Irccs San Martino-Ist di Genova. La Regione Liguria ha fatto questa scelta in ragione dei numerosi vantaggi che questa soluzione permette: presenza h24 per 365 giorni all’anno di supporto tecnico, logistico, amministrativo e utilizzo di tecnologie avanzate.

Per tutte le informazioni: www.112.regione.liguria.it

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.